• NOSTALGIA DE MILAN


    Stasera sont in vena de fa el sentimental

    la nott l'è inscì serena ma mì me senti mal!

    Te scrivi cara mama, sont stuff de restà chì:

    el mè Milan el me ciama visin a tì!

     

    O mama mia mì sont lontan ,

    ma g'hoo la nostalgia del mè Milan;

    mì voraria turnà doman:

    t'el giuri, curaria col coeur in man!

     

    Vedè la Madonina, sentì el mè bel dialett,

    svègliass ona mattina in del mè lett!

    O mama mia, inscì lontan,

    t'el giuri, piangiaria pur de vess a Milan!

     

    La par 'na stupidada se pensi ai mè bastion,

    e foo 'na sifolada per cascià giò el magon!

    E quand ven giò la sira ricòrdi i bei tosann,

    rivedi la ringhera di mè vint'ann!

     

    O mama mia mì sont lontan,

    ma g'hoo la nostalgia del mè Milan,

    mì voraria turnà doman:

    t'el giuri, curaria col coeur in man!

     

    Vedè la Madonina, sentì el mè bel dialett,

    svègliass ona mattina in del mè lett!

    O mama mia, inscì lontan,

    t'el giuri, piangiaria pur de vess a Milan!

  • NOSTALGIA DI MILANO


    La mia decisione di mettere il testo di una canzone in questa raccolta, deriva dalla sua nostalgia... toccante!

    È uno dei brani in dialetto milanese più noti tra i milanesi costretti a rimanere lontano dalla loro città, esperienza provata dallo stesso D'Anzi che visse per alcuni periodi a Roma e a Parigi.

    Giovanni D'Anzi la scrisse con Alfredo Bracchi con cui ha formato un duo prolifico di tante belle e rinomate canzoni in dialetto milanese.

    Giovanni D'Anzi, nato a Milano il 1 gennaio 1906 e morto a Santa Margherita Ligure il 15 aprile 1974, era figlio di genitori meridionali provenienti dalla Puglia, il padre era ispettore della Birra Italia e poi titolare di una trattoria. La sorella Maria, studiava pianoforte con un pianista non vedente, il maestro Rusconi, il quale si accorse per primo della bravura di Giovanni.  

Annate di Preghiere

2024 / 2023 / 2022 / 2021

Elenco delle Preghiere dell'anno 2024

  • Sin da piccolo D'Anzi mostra talento nel suonare il pianoforte. Nel 1935 scrisse parole e musica della famosa canzone O mia bela Madunina, dedicata a Milano, sua città natale. 

    La Madonnina della canzone è la statua dorata della Madonna posta sulla sommità del Duomo di Milano. Scrisse anche Viale d'Autunno, interpretata da Carla Boni e Flò Sandon's, classificatasi prima al Festival di Sanremo del 1953.

    Assieme ad Alfredo Bracchi scrissero per la radio, per la rivista, per il cinema e molte delle loro canzoni divennero grandi successi. Alcuni dei titoli più famosi furono: Ma le gambe, Non dimenticar le mie parole, Bambina innamorata, Tu...musica divina, Ma l'amore no, Ti dirò.  

    Negli anni sessanta Giovanni D'Anzi si ritirò dall'attività musicale. Trasferitosi a Santa Margherita Ligure in Liguria, si dedicò alla pittura.