BELISARIO INFERMIERE STRAORDINARIO

AutoreGandino Antonio.
GenereComico.
Personggi10 : 8 U, 2 D.,
Atti3,
EpocaAi tempi nostri.,
ScenografiaScena unica.
TramaL'azione si svolge in una clinica privata. Il primario, il professor Apripancia, chiama nervosamente l'infermiera Barberina, moglie dell'infermiere-tuttofare Stricnina. Barberina però, a seguito di un litigio col marito, se n'è andata, insalutata ospite. In soccorso sopraggiunge Belisario, nipote di Gelsomino Stammibene, un ricco ricoverato. Belisario si traveste da Barberina e ne svolge le funzioni, tranquillizzando lo scorbutico ma soprattutto miope e distratto professore. Nell'umoristica vicenda si intrecciano le vicissitudini del Dott. Tienimano, assistente del primario; di Biagio Paschetta e del figlio Meo che si è rotto un piede cadendo da una pianta di fichi; del degente Gelsomino, zio di Belisario, del sonnambulo Marmotta, ritenuto spesso cadavere; della signora Torta, svampita proprietaria di una immaginaria tartaruga. Alla fine Barberina ritorna per riprendere le proprie liti col marito; gli equivoci sono faticosamente chiariti e l'ultima parola spetta al presunto morto il quale esclama: "Ma qui sono tutti matti".
GiudizioGradevole farsa con situazioni paradossali che si realizzano in una clinica privata,con chiarimento di tutti gli equivoci nel finale.
br>


Per ricevere il copione desiderato vai a compilare il modulo >

Spettacoli