ARRIVA IL CASTIGAMETTI

AutoreRoberto Franco.
GenereCommedia.
Personggi4 : 1 ragazzo, 1 giovane e 2 adulti.,
Atti3,
EpocaOggi.,
ScenografiaScena fissa.
TramaIn una villa vicino al mare abitano il comandante Grant e Michele, ex marinaio al servizio del comandante. Grant ha fama di misantropo, una specie di orso, burbero, modi spesso violenti. Michele sopporta perché sa che il comandante si comporta a quel modo per superare i ricordi dolorosi della sua famiglia: la morte della moglie e del figlio. Grant, vecchio lupo di mare, beve whisky, mastica tabacco e pur odiando il mare, come ripete spesso, rievoca con Michele scene marinaresche che, stranamente, lo confortano. Ha un nipote, Vittorio, da lui mantenuto e allevato perché orfano. Vittorio lavora, o meglio: dovrebbe lavorare nella società di navigazione di cui Grant è armatore ma il giovanotto se la gode con amici, giuoca d'azzardo e spreca un mucchio di soldi. Non si preoccupa perché sa che lo zio gli lascerà in eredità un considerevole patrimonio. Ed eccolo a chieder quattrini per l'ennesima volta, ma zio non cede anzi, gli molla un ceffone. La reazione del comandante sgomenta il nipote, che metterà giudizio. Nel frattempo giunge alla villa un ragazzino modestamente vestito, Gim. E’ simpatico, allegro, un poco monello, spigliato. Costui è ricevuto da Grant; Michele è momentaneamente occupato. Gim scambia Grant per il servo Michele; Grant si diverte e sta al giuoco. Gim dice che vuole parlare con il comandante, ma sapendo che costui è un orso non sarà facile avvicinarlo, in ogni modo ha un suo progetto da sottoporgli. Grant simpatizza per il ragazzo che, fra l'altro, rassomiglia al figlio morto. Gim tornerà all'indomani. Grant si mette d'accordo con Michele per uno scambio di persona. Gim ritorna, ricevuto da Grant e poi da Michele, travestito da comandante. Gim è venuto a chiedere l'interessamento del comandante per la “Casa Nave Azzurra”, dove il reverendo Don Douglas assiste, educa ed istruisce ragazzi poveri che un domani saranno marinai. Tutto pare che vada a meraviglia ma all'ultimo momento Gim scopre il giuoco dei due adulti; lo ritiene un brutto scherzo, una offesa. Scoppia in un pianto disperato e scappa. Grant è fortemente dispiaciuto. Il suo malumore si riversa su Michele che, alla fine, sbotta. Per merito di Vittorio, che ha ripreso a lavorare, Gim torna dal comandante. Torna il sereno. Il lupo di mare, affezionatosi al ragazzo orfano, gli propone di restare con lui pur accettando di aiutare i ragazzi di “Casa Nave Azzurra”. Gim è felice, e lo è anche Vittorio perché, fra l'altro, sa che lo zio di quattrini ne ha molti e quindi…
GiudizioLa commedia è brillante con qualche tocco lievemente patetico. Piacerà moltissimo ai ragazzi e agli adulti.
br>


Per ricevere il copione desiderato vai a compilare il modulo >

Spettacoli